Come scegliere il
conto deposito migliore?

Esiste un prodotto facile da gestire come un conto corrente ma con la capacità di far crescere i tuoi risparmi? Sì, ed è il conto deposito, un prodotto bancario a basso rischio pensato per offrire un tasso di interesse superiore a quello di un normale conto corrente.

Aprire un conto deposito è semplice, ma prima dovrai capire quale sia il conto deposito più conveniente per le tue esigenze: in particolare, dovrai valutare il rendimento previsto per le somme depositate, se il conto prevede particolari vincoli e in generale tutto ciò che riguarda l’operatività.

Vediamo quindi insieme come scegliere il conto deposito migliore e quali sono le caratteristiche di questo prodotto bancario.

LE CARATTERISTICHE DI UN CONTO DEPOSITO

Il conto deposito è un prodotto pensato soprattutto per il risparmio: ecco perché, rispetto ad un normale conto corrente, la sua operatività è limitata. Puoi utilizzare il conto deposito esclusivamente per effettuare depositi e prelievi, ma anche in questo caso il conto deposito dovrà essere collegato ad un conto corrente di appoggio.

Una volta aperto il conto deposito, dovrai versare una certa somma di denaro e mantenerla sul conto per un determinato periodo (ad esempio 3,6 o 12 mesi): a fronte di questo impegno riceverai una remunerazione sulla base di un tasso d’interesse, che generalmente è più alto rispetto a quello previsto per un conto corrente.

La gestione del conto deposito non prevede solitamente alcun costo, se non il pagamento dell’imposta di bollo sul conto prevista dalla normativa vigente.

CONTO DEPOSITO LIBERO O VINCOLATO?

Prima di iniziare a confrontare i conti deposito per trovare il migliore, devi decidere quali delle due tipologie esistenti è la più adatta alle tue esigenze.

Il conto deposito non vincolato, o libero, è sicuramente più adatto a chi potrebbe avere la necessità di prelevare in qualsiasi momento le somme depositate: questa tipologia di conto deposito, infatti, non prevede particolari vincoli temporali da rispettare.

Se invece pensi di poter mantenere i tuoi risparmi sul conto per un certo periodo, allora il conto deposito vincolato è sicuramente la scelta più adatta per le tue esigenze: questa tipologia di conto, infatti, offre solitamente tassi d’interesse più alti, che aumentano proporzionalmente al periodo di vincolo. Tuttavia, se i risparmi dovessero essere ritirati prima della scadenza del vincolo la banca può prevedere penali o il mancato pagamento degli interessi.

COME SCEGLIERE IL CONTO DEPOSITO PIÙ CONVENIENTE

Per capire qual è il conto deposito migliore per le tue esigenze devi innanzitutto mettere a confronto i diversi prodotti offerti dalle banche.

Gli elementi da valutare quando metti a confronto i conti deposito sono:

  • costi;

  • tassi di interesse previsti;

  • Capitalizzazione degli interessi, cioè il modo in cui la banca riconosce gli interessi maturati; ad esempio, in caso di capitalizzazione trimestrale, gli interessi potranno essere re-investiti sul conto deposito con un rendimento effettivo maggiore;

  • Rendimenti effettivi, ossia il guadagno concreto, al netto di eventuali costi di gestione.

Un altro parametro da valutare è la possibilità di aprire il conto deposito online e di gestirlo attraverso una piattaforma di home banking: il funzionamento è identico a quello di un conto tradizionale, ma con la comodità di poter gestire il conto deposito ovunque e in qualsiasi momento, con la massima flessibilità.